Le novità dell’anno sportivo 2019/2020

Anche se prima del solito, come di consueto ci troviamo a fare il punto sull’anno sportivo che partirà ad ottobre. Ecco dunque tutte le numerosissime novità del prossimo anno, che in parte già avrete potuto apprezzare consultando il bando di iscrizione.

Coppa Nazionale

La novità più grossa riguarda sicuramente l’introduzione della Coppa Nazionale, una competizione parallela al campionato il cui costo di partecipazione è incluso nella quota del campionato stesso. La coppa nazionale può essere considerata l’erede dei Playoff, che spariscono. La nuova competizione (che abbrevieremo in “CN”) però coinvolge tutte (ma proprio tutte) le  compagini impegnate nel campionato, a cui si aggiungono 4 squadre di C2 e 2 del Trofeo delle Regioni. Per tale motivo  invitiamo i responsabili di queste sei squadre a non trascurare il bando del campionato: è difatti necessario che anche voi lo leggiate attentamente!

Il collocamento delle squadre all’interno del tabellone ad eliminazione non avviene più in base ai risultati ottenuti nell’anno sportivo in corso ma in base a quelli ottenuti nell’anno precedente. L’edizione 2019/2020 si baserà quindi sui risultati delle squadre nell’a.s. 2018/2019. Nonostante i giochi per la qualificazione siano dunque fatti, non si può ancora riempire il tabellone (consultabile qui) poiché sarà necessario aspettare di sapere quali squadre rinnoveranno l’iscrizione al campionato e quali no. Qualora ci dovessero essere dei “buchi”, le squadre saranno fatte scalare in avanti. Vale la pena fare una precisazione: le posizioni a cui fa riferimento il tabellone sono quelle ottenute al termine della regular season dell’anno precedente, non considerando dunque l’esito di eventuali promozioni o retrocessioni.

Chi vincerà, dunque, il campionato? La prima squadra classificata di A1 al termine della regular season. La Coppa Nazionale è quindi un’altra competizione, totalmente slegata. Purtroppo però la formula non è retroattiva: dovranno dunque perdonarci tutte quelle squadre che, come i Sotomayor la scorsa stagione, fino ad oggi si sono viste beffare ai playoff pur avendo vinto il campionato.

Supercoppa

Una volta introdotta la Coppa Nazionale, potevamo farci sfuggire l’opportunità di creare anche la Supercoppa? Certo che no! Dall’anno sportivo 2020/2021 verrà dunque disputata una partita tra la vincitrice del Campionato e quella della Coppa Nazionale. Nel caso in cui le due squadre coincidano, a prendere parte alla partita saranno la vincitrice della Coppa e la seconda classificata del campionato.

L’arrivo della UISP

Come avrete notato già con l’iscrizione ai tornei giovanili, femminile e C2, qualcosa che riguardava la UISP stava bollendo in pentola. Difatti la FIHB così come la conosciamo non esiste più: l’Hit Ball è ora passato sotto il cappello dell’Unione Italiana SPort per tutti ed è ora considerato come una derivazione della pallapugno. A gestire tutto ora quindi è la SdA Pallapugno (Hit Ball). SdA sta per “Struttura di Attività”, ndr.

Che cosa cambia dal punto di vista pratico? Poco niente: le competizioni di disputeranno come sempre. L’unico cambiamento riguarda il tesseramento: non sarà più la FIHB a tesserare i giocatori ma direttamente la UISP. Proprio per questo non è più richiesto che ci inviate i certificati medici; dovrete però inviarci le tessere UISP, affinché possiamo comprovare il tesseramento dei giocatori. E noi che speravamo di avere un po’ meno da fare!

Al di là di questi cambiamenti “burocratici”, poco per volta vedrete sparire dai documenti e dal sito tutti i riferimenti alla FIHB. La pagina Facebook, Twitter, Instagram, Youtube ed i canali Telegram già hanno cambiato nome in Hit Ball Italia; stiamo lavorando per ultimare il lavoro (manca all’appello la pagina dei risultati su Facebook, visto che per ora non ci è stato permesso di cambiare il nome). Il sito stesso prossimamente dovrà cambiare link, ma non allarmatevi: daremo conto di tutti i cambiamenti a tempo debito.

Regolamento unico

Il passaggio sotto la UISP ha fatto sì che tutti i regolamenti (gioco, disciplinare, arbitri, etc.) confluissero in unico grande regolamento. Potete consultare quello nuovo presso l’apposita pagina. Vi invitiamo a prenderne visione (del resto, sono solo 77 pagine!).

Nuovi punteggi per le vittorie (e le sconfitte)

Visto che molti di voi sono in vacanza, vi riportiamo la più grande novità inclusa nel nuovo regolamento. Per premiare quelle squadre che dopo lunghe ed estenuanti partite si trovano a perdere una partita all’overtime, abbiamo modificato i punteggi in caso di vittoria (e di sconfitta) come segue:

  • tre punti per gara vinta nel tempo regolamentare;
  • due punti per gara vinta all’over time;
  • un punto per gara persa all’over time;
  • nessun punto per gara persa nel tempo regolamentare.

Modifica del 4 in difesa

È stato apportato un piccolo cambiamento alla regola del 4 in difesa, che riguarda il giocatore che, diretto alla zona di attacco, si trovi ancora in difesa nel momento in cui il pallone ritorni nel suo campo. Fino ad oggi la regola prevedeva che tale giocatore dovesse disinteressarsi al pallone fino alla fine dell’azione. Ora invece dovrà disinteressarsene soltanto finché qualche altro giocatore non tocchi il pallone. In altre parole, qualora il giocatore passibile di 4 in difesa sia giunto in attacco, potrà toccare il pallone senza incorrere in sanzioni, ma soltanto dopo che qualche altro suo compagno l’abbia toccato. 

Vi abbiamo detto tutto. Ricordatevi di iscrivervi al Campionato (ed alla Coppa Nazionale) entro e non oltre le ore 19 del 13 settembre 2019! E questo riguarda anche le prime 4 squadre di C2 e del TdR della scorsa stagione!

Condividi questa pagina: