Il TdR fa tappa a Torino, ma la vittoria va a Genova

di Fabrizio Botta

La penultima giornata del trofeo delle regioni domenica scorsa ha fatto visita a Torino: le gare si sono tenute presso la palestra Maritano. Un’importante occasione per gli hitter extratorinesi per giocare in uno dei palazzetti che ospita le gare del campionato FIHB, dove mostri sacri di questa disciplina come Violetto, Gigante, Vazzoler, Garrone, Parolin, Guzzafamme si incontrano per il tricolore; allo stesso modo, si è trattata di un’importante opportunità per gli sportivi torinesi per scoprire l’hit ball “di periferia”.

La giornata ha sorriso soprattutto ai Pescatori Genova (nella foto) che, in questa cattedrale, hanno festeggiato la vittoria del torneo con tre gare di anticipo, migliorando la prestazione della passata stagione ottenuta dai fratelli maggiori degli Scat Genova, quest’anno primi in B2. Un successo arrivato grazie a due belle vittorie (ottenute con le squadre lombarde) che hanno confermato e ribadito quello che finora i liguri hanno messo in campo: un organico omogeneo, ben preparato fisicamente e con ampli margini di miglioramento se ben stimolato.

Altri successi fondamentali della giornata sono stati quelli ottenuti dai Furious e dagli Imbrutthiti rispettivamente su Pellegrini e Iriensi. Con queste vittorie, in attesa dei recuperi dello Sporting Torino e vista la sconfitta dei ragazzi di Venaria, l’argento e il bronzo sono tutti alla portata dei milanesi, dello Sporting e dei Pellegrini.

Campionato invece praticamente chiuso per i Warriors, che possono solo gareggiare in chiave classifica marcatori per permettere al bomber Navicelli, al momento in vetta, di concedersi il poker fermando così il terribile ritorno di Pajino della Sporting, che a furia di hit ricorda, ciclisticamente, il mitico Pantani scalare come un treno una vetta dove tutti gli altri arrancano.

Spettacolare e commovente, per chi li ha da sempre seguiti, è stata la vittoria dei Dangerhit sui Rouge: un successo ottenuto in una partita giocata praticamente alla pari che ha visto i ragazzi di miss Zanfretta riuscire, dopo tre anni di gavetta, a centrare la prima vittoria in questa competizione. Una gioia incontenibile che è eruttata in aria al fischio finale, seppellendo sotto uno strato di soddisfazione e consapevolezza delle proprie forze tutte le sconfitte finora collezionate. Ai ragazzi di mister Giambanco vanno invece gli applausi meritati di un pubblico che onora gli sconfitti per la ottima prestazione e spera di rivederli presto in campo per sostenerli ed applaudirli con più fragore.

Aspettando di conoscere i risultati dei vari incontri da recuperare, i Pescatori Genova si portano dunque a casa la quinta edizione, aggiungendosi al palmares assieme ad Asti e agli Scat. La lotta per il podio vede i Pellegrini secondi a 18 punti; seguono gli Imbrutthiti a 16 ed i Furious a 14, ma con due gare in meno. Gli Iriensi sono fermi a 10 punti, mentre il trittico Just Hit, Rouge, e Dangerhit si gioca le ultime posizioni con la classifica avulsa pronta a fare rimescolare le carte, specie se i ragazzi della Reggia vinceranno coi Balilla.

Condividi questa pagina: