Cronaca dei playoff e playout 2004

Qualche giorno fa vi abbiamo chiesto sulla nostra pagina Facebook se ricordavate la soluzione all’enigma riguardante il funzionamento dei playoff e dei playout alla fine dell’anno sportivo 2003/2004. Alcuni di voi hanno dei ricordi abbastanza precisi, ma nessuno ha indovinato esattamente la formula che è stata seguita. E non è neanche tanto difficile capire il perché di questo vuoto di memoria: era estremamente complessa!

Per svelarvela, partiamo dunque dal campionato 2003/2004. Le serie erano composte da un numero variabile di squadre, più precisamente:

  • A1: 8 squadre
  • A2: 8 squadre
  • B1: 12 squadre
  • seconda divisione (equiparabile alla B2): 8 squadre

Fondamentale per capire le varie fasi della procedura è capire la classifica finale delle quattro serie, consultabile di seguito. Le squadre in grassetto avrebbero partecipato ai playoff.

Ecco dunque lo schema dei playoff, in cui le prime 4 di A1 entrano direttamente ai quarti (le stesse squadre
sono le uniche ad avere l’accesso in A1 garantito all’anno 2004-2005). Gli ottavi rappresentano il punto
di partenza di una complessa formula.

Dopo gli ottavi i playoff proseguono come competizione a sé stante (per la cronaca, vinse poi il Piccolo Club in gara 3 contro i Red Devils). Le 4 vincenti degli ottavi avrebbero ottenuto l’accesso diretto in A1 l’anno successivo. Le 4 perdenti, invece, insieme alla settima e l’ottava dell’A1 si sarebbero contese gli ultimi 2 posti disponibili in A1. In altre parole, tra queste ultime 6 squadre solo 2 avrebbero trovato posto in A1, mentre le altre 4 in A2.

Per definire chi avrebbe occupato quali posti, sono state formate due poule. Ogni poule prevedeva tre partite (tutti contro tutti): la vincente di ognuna avrebbe avuto l’accesso all’A1. Allo stesso modo, per avere assicurato l’accesso all’A2, sono state formate altre 2 poule, con lo stesso funzionamento appena descritto. Le 4 poule erano così composte (tra parentesi, vicino al nome di ogni squadra, la posizione alla fine degli scontri).

Anche tra serie B e 2° divisione ci sono stati degli spareggi. Essendo che era necessario aggiungere 2 squadre nella futura B1 (essendo che dalle 12 squadre iniziali, ce n’erano 4 in meno che sono andate a coprire i 4 nuovi posti disponibili in A1 e A2), la prima e la seconda della 2° divisione 2003-04 vengono automaticamente promosse in B1 2004-2005. Gli spareggi sono quindi: 11° B e 4° II div. e 12° B e 3° II div.

Ecco dunque un riassunto di chi avrebbe preso parte alle competizioni dell’anno 2004-2005.

Autore di questa complessissima formula è Antonello Giordano, lo storico responsabile dei campionati. Bisogna riconoscergli però che tale meccanismo, per quanto complicato, garantiva un possibile rimescolamento ed allo stesso tempo rimaneva comunque orientato al premiare le squadre che già ricoprivano posti prestigiosi. A questo proposito è d’obbligo citare il colpaccio dei Virtus (B1), che, dopo aver battuto in gara 3 agli ottavi dei playoff i Sotomayor, ottengono un posto sicuro in A1. A farne le spese, per l’appunto, i Soto, che da secondi classificati di A2 speravano di ottenere un passaggio facile nella serie più ambita.

Lo scopo di questo articolo, oltre che provare a smuovere i ricordi dei giocatori di allora, è quello di comunicarvi che nella pagina archivio stagioni passate sono ora visualizzabili e scaricabili i file relativi al campionato 2003/2004 (comprendente per l’appunto playoff e playout) e quelli della Coppa Hitalia e del Torneo Femminile dello stesso anno! Anche se per molti altri anni le curiosità che emergono dai referti o dalle omologazioni sono molto poche, numerosi altri file relativi ad altri anni sono già pronti per l’upload e verranno pubblicati molto presto.

Buona consultazione!

Condividi questa pagina: